PAOLO FRESU & DANIELE DI BONAVENTURA


SABATO 9 NOVEMBRE ore 20 Palacultura Antonello 

"In Maggiore"

PAOLO FRESU & DANIELE DI BONAVETURA

Paolo  Fresu  tromba, flicorno, effetti elettronici

Daniele Di Bonaventura bandoneon, effetti elettronici

Programma

D. DI BONAVENTURA - Da Capo Cadenza

C. BUARQUE/S. ORTEGA - O Que Sera / El Pueblo Unido Jamàs Serà Vencido

P. FRESU – S'inguldu

C. TRENET - Que rest et til de nos amour

J. ROOS - Se Va La Murga

P. FRESU - Ton Kozh

D.FURNÒ/E. DE CURTIS - Non Ti Scordar Di Me

V. JARA - Te Recuerdo Amanda

P. FRESU - Calmo

P. FRESU - Apnea

D. DI BONAVENTURA - La Mia Terra

D. DI BONAVENTURA - Kyrie Eleison

D. DI BONAVENTURA/P. FRESU - Sketches

G. PUCCINI - Quando Me'n Vò  da "La Bohème"

VILLOLDO - El Choclo

H. & V. EXPOSITO - Vete de mi

P. FRESU - In Maggiore

Un duo empatico, concepito nel segno di una focosa mediterraneità, che fa del nobile senso estetico e narrativo la sua brillante prerogativa. Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura si esprimono attraverso un feeling simbiotico, frutto di una sensibilità artistica toccante. Osannato a tutte le latitudini, Fresu è uno tra i più sopraffini trombettisti, flicornisti e compositori presenti nel panorama jazzistico mondiale. Daniele Di Bonaventura è uno tra i migliori interpreti del bandoneon a livello internazionale.  
Questo straordinario Duo presenta a Messina "In maggiore", il loro nuovo lavoro discografico uscito per ECM, non è tanto un omaggio al tango in sé quanto, piuttosto, a tutte quelle tradizioni musicali che vi ruotano attorno, dall’America Latina fino all’Europa. I due musicisti si muovono infatti tra composizioni originali e improvvisazione, spaziando però anche tra temi di Puccini, ninne nanne bretoni ("Ton Kozh") e la musica del brasiliano Chico Buarque ("O que sera"). I due rileggono poi brani del cileno Victor Jara ("Te recuerdo Amanda") e dell'uruguaiano Jaime Roos ("Se va la murga"), senza dimenticare le collaborazioni con il cinema di Ermanno Olmi ("Non ti scordar di me"), Lorenzo Amurri ("Apnea") e Ferdinando Vicentini Orgnani ("Calmo").