LA MUSICA MIRACOLOSA

SABATO 11 FEBBRAIO 2023 ore 18 Palacultura Antonello 

LA MUSICA MIRACOLOSA

Storia e leggenda di Wladyslaw Szpilman

Il pianista del ghetto di Varsavia

FRANCESCO NICOLOSI pianoforte

STEFANO VALANZUOLO narratore

Testi di  STEFANO VALANZUOLO 

Programma

C. DEBUSSY - Clair de lune

W. SZPILMAN - Mazurka

F. LISZT-R. WAGNER - Isoldes Liebestod

F.  CHOPIN - Notturno in do# min

S. RACHMANINOV - Preludio op. 32 n. 10

F.  CHOPIN - Variazioni su “Là ci darem la mano” dal Don Giovanni di Mozart, op. 2

F.  CHOPIN - Preludio op. 28 n. 4 in mi min



Dei quattrocentocinquantamila ebrei rinchiusi nel ghetto di Varsavia dai tedeschi, dopo l'invasione del 1939, ne rimasero in vita soltanto ventimila. Tra i sopravvissuti, anche un pianista compositore: si chiamava Wladyslaw Szpilman, detto Wladek. A evitargli la morte sarebbe stato un ufficiale tedesco catapultato dal caso tra le macerie della capitale polacca. Un nemico, cioè, un carnefice miracolosamente folgorato da un lampo di umanità e di rispetto verso l'arte e la musica. Quasi uno spiraglio di luce in mezzo all’inferno.
A salvare la vita a Szpilman non fu semplicemente quell'ufficiale, ma anche la tenacia stessa con la quale il pianista seppe non arrendersi, la sua forza di volontà, il desiderio incorruttibile di vivere - lui, unico superstite della propria famiglia - fosse anche per continuare a suonare. Perché suonare, in fondo, è un modo gentile di vivere.
Se non ci fosse stato il film "Il Pianista" di Roman Polanski, bellissimo e pluripremiato, a ridarle qualche anno fa giusta visibilità, oggi la figura di Szpilman, musicista polacco morto nel 2000, sarebbe forse sbiadita, dolorosamente confusa - cioè - tra quelle di uomini e donne macinati dalla barbarie nazista; precipitata per sempre nell'oblio, celata agli occhi del mondo al pari di troppe altre tragedie senza nome.
Lo spettacolo "La musica miracolosa" racconta la storia possibile di un uomo sopravvissuto all’orrore grazie al suo amore grande per la musica, per il pianoforte, per Chopin. In una parola: per la vita.

 

PRECEDENTE EVENTO

PAOLO RESTANI

PROSSIMO EVENTO

IL FU MATTIA PASCAL